Delizia in nero: bavette con trombette fresche

Ma che fortuna raccogliere una gerla colma di trombette di morto, un altro tesoro del bosco, buonissime quanto nerissime e….a nero non scherzano, e tempo fa ho proprio avuto il piacere di disporre di questo fungo delizioso

Le trombette proprio per il loro aspetto spesso non vengono considerate quanto invece meritino, hanno un sapore….unico, sono molto delicate e danno il meglio di loro in svariate preparazioni. Occorre solo un pò di accortezza nel pulirle, e ammetto che ci vuole Santa Pazienza, io le pulisco ad una ad una, ispezionando bene dentro, perchè sovente possiamo trovare “ospiti” che assolutamente non vorremmo mai trovare in bocca, quindi armatevi di spazzolina e pulire, pulire, pulire. C’è chi le mette  in acqua, ma secondo me non si ha la sicurezza di aver eliminato gli “ospiti” e ho l’impressione che così facendo vada perso un bel po di sapore. Comunque…ognuno a casa sua fa come cappero vuole..e ci mancherebbe! Veniamo alla mia ricetta.

Forse qualcuno non conosce le fantastiche trombette, in tal caso uno sguardo a questo link aiuta: CLICK!

Ingredienti:
  • trombette di morto ben pulite
  • aglio
  • peperoncino
  • prezzemolo
  • olio evo
  • sale
  • crema di latte (o panna da cucina)
  • pomodorini freschi ridotti a dadini piccolissimi
  • bavette
  • sale
Preparazione:

Nel saltapasta versare un bel giro di olio evo, aglio e peperoncino tritati, appena inizia a soffriggere aggiungere i funghi e coprire. Lasciar cuocere per circa 30 minuti Mixare con il frullatore a immersione 3 quarti dei funghi ma dando solo un paio d’impulsi, non deve essere una crema.(*)

Mettere nuovamente nel saltapasta il composto e aggiungere i pomodori ridotti a piccoli pezzettini ed un ricciolo di panna o crema di latte.

Salare
Cuocere la pasta e quando è bella al dente saltarla nel saltapasta.

Servire e chi gradisce il parmigiano sopra lo aggiungerà direttamente in tavola

(*) Se avete abbondanza di questo preparato mixato, potete congelarlo dopo che si sarà freddato ed usarlo in vari modi, per esempio sulla polenta grigliata…buonissimo.

lucia

Chi sono?…bella domanda…sinceramente con precisione assoluta non saprei dire, ma una certezza c’è, sono una tipa che ama conoscere, curiosa di tutto e che adora letteralmente usare le mani per imparare ed applicare svariate tecniche ed usa il cervello per sognare in proporzione biblica….sono patologica per i sogni ad occhi aperti….talvolta non so più dove finisce la realtà ed inizia il sogno e viceversa. Nonostante ciò…quando proprio occorre…ahimé..sono anche molto concreta… Sono 100% toscana…innamorata della mia terra…fantastica! sono figlia (chiaramente) ero sorella (…..) sono moglie sono madre sono semplicemente lu…piacere di conoscerti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...